"Parcheggi fuori controllo, gazebo abusivi e rifiuti" sul lungomare di Santo Spirito e Palese: la denuncia del M5S

La neoconsigliera per il Municipio V, Francesca Maiorano, ha chiesto interventi per ripristinare il decoro lungo il tratto costiero decisamente frequentato durante la stagione estiva

"Assenza di controlli" sui parcheggi, auto lasciate a ridosso della battigia, ma anche gazebo e tavolate per barbecue non autorizzate, con annesso spettacolo di rifiuti al mattino: la neoconsigliera per il M5S al Municipio V, Francesca Maiorano, denuncia lo stato del lungomare di Santo Spirito e Palese, chiedendo immediati interventi per ridurre le "scene d'inciviltà" delle ultime settimane, moltiplicatesi con l'avvio della stagione estiva.

"Servono anche aree picnic controllate"

Tra i problemi principali rilevati. la questione sporcizia e la mancanza di Zone parcheggio con aree pic nic controllate, come avviene in altre località turistiche". Maiorano afferma che solo "a luglio inoltrato", dopo "continui solleciti e lamentele" è stato aumentato "il numero dei cestoni sul lungomare". svuotandoli "lasciando il lezzo di pipì e pipù canina e umana", mentre "per qualche bagno chimico, la cui pulizia lascerà a desiderare scoraggiando ad entrare anche i più propensi a farne uso in caso di emergenza,  bisognerà attendere più della metà di luglio poiché verranno posizionati il 19 in occasione dell'evento della rcu di Santo Spirito".

onofrio pinto sporcizia-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel frattempo - aggiunge -  continuano gli accampamenti abusivi con gazebo, tavolate per barbecuelasciando qualsiasi forma di rifiuto sulla spiaggia o sul lungomare", anche sul tratto di costa di Palese (foto Onofrio Pinto Fb). "Finché non verranno individuate a monte le responsabilità di chi fa cosa, dove, quando, come e perché, non serviranno a nulla le azioni temporanee effettuate in emergenza" sottolinea concludendo la consigliera pentastellata.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento