menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La pistola sequestrata

La pistola sequestrata

In giro sul lungomare armato di pistola, cerca di sfuggire al controllo dei carabinieri: preso 35enne

L'arresto a Santo Spirito: l'uomo, che si trovava nei pressi di un noto bar, alla vista dei militari ha tentato di dileguarsi. Aveva con sè l'arma carica epronta a fare fuoco

I carabinieri del Nucleo Radiomobile lo hanno notato mentre si intratteneva nei pressi di un noto e frequentato bar sul lungomare Cristoforo Colombo, a Santo Spirito. Il suo atteggiamento ha insospettito i militari, che hanno deciso di bloccarlo per un controllo. Ma l'uomo, alla loro vista, ha subito cercato di dileguarsi. Raggiunto, ha anche strattonato i carabinieri, nel tentativo di non farsi controllare, ma è stato bloccato.

In giro con una pistola pronta a sparare

Durante la perquisizione, è saltata fuori una pistola in metallo, sapientemente modificata e pronta a fare fuoco. Nel serbatoio ben quattro colpi, più uno in canna. Da una prima analisi, è risultato trattarsi di una pistola semiautomatica alterata, calibro 8, perfettamente efficiente. Così è finito in manette il 35enne barese Carlo Costantino, già noto alle forze dell'ordine.

Gli accertamenti: l'arma usata in fatti di sangue?

La pistola sequestrata sarà sottoposta ad accertamenti da parte dei Carabinieri del RIS, insieme ai colleghi della Sezione Investigazioni Scientifiche di Bari, per stabilire se l’arma sequestrata possa essere stata utilizzata in qualcuno dei gravi fatti di sangue recentemente verificatisi in città. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento