Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Immigrazione: scafisti condannati inscenano protesta in aula

Restano in carcere i dieci presunti scafisti del barcone con 151 immigrati intercettato al largo di Bari lo scorso 24 ottobre. Quando il giudice ha annunciato la decisione, i dieci immigrato hanno inscenato una protesta, urlando e protestando

Momenti di tensione questa mattina in un'aula del Tribunale di via Nazariantz. Dieci immigrati, ritenuti i presunti scafisti di uno sbarco avvenuto lo scorso 24 ottobre al largo di Bari, hanno inscenato una protesta contro la decisione del giudice, che ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dalla difesa.

I dieci extracomunitari, otto egiziani e due palestinesi, furono condannati il 18 novembre scorso dal Tribunale di Bari a otto anni di reclusione per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, aggravata dal numero di persone e dalla presenza di minori, nonché di resistenza a nave da guerra.

Stando alla traduzione fatta dall'interprete gli extracomunitari avrebbero appreso solo stamani, dopo 10 giorni, di essere stati condannati. La protesta ha causato momenti di tensione nell'aula al piano terra del Palazzo di giustizia di via Nazariantz, fino alla richiesta d'intervento delle forze dell'ordine. Il collegio giudicante, presieduto da Francesca La Malfa, ha fatto sgomberare l'aula, disponendo il rientro uno alla volta degli imputati per discutere singolarmente le esigenze cautelari. I dieci scafisti vennero bloccati alle 3 del mattino del 24 ottobre scorso dopo un lungo e movimentato inseguimento al largo della costa barese. A bordo del mezzo c'erano 151 immigrati, tra i quali 68 minorenni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrazione: scafisti condannati inscenano protesta in aula

BariToday è in caricamento