Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Scandalo Tributi Italia, truffa da due milioni al Comune di Bari

In manette a Chiavari i vertici (in gran parte pugliesi) della società di riscossione tributi che avrebbe truffato decine di Comuni. Tra questi anche Bari, che aveva presentato una denuncia in Procura

Due milioni di euro per la Tosap (Tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) riscossi per conto del Comune e mai versati nelle casse comunali. C'è anche Bari nella lunga lista di amministrazioni comunali (35 solo in Puglia) truffate dalla società di riscossione Tributi Italia diretta dal tarantino Giuseppe Saggese, arrestato ieri su disposizione del tribunale di Chiavari insieme ad altre quattro persone.

IL MECCANISMO DELLA TRUFFA - La società di Sagges riscuoteva le tasse locali per conto dei Comuni. Ma, una volta incassate le somme (al netto di quanto le spettava per l'incarico ricevuto), anziché riversarle nelle casse dei Comuni le tratteneva sui propri conti. Attraverso rapporti con altre società, tutte riconducibili all'amministratore di fatto dell'impresa, Giuseppe Saggese, quei fondi poi 'sparivano' a beneficio di quest'ultimo. Con questo sistema la società di Chiavari (che ha sede legale a Roma e che era già stata dichiarata fallita dal Tribunale di Roma) ha sottratto almeno 20 milioni di euro.

IL RAGGIRO AL COMUNE DI BARI - In seguito alla truffa subita il Comune ha presentato una denuncia alla procura di Bari e si è iscritto al fallimento nel tentativo di recuperare il credito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo Tributi Italia, truffa da due milioni al Comune di Bari

BariToday è in caricamento