Cronaca

Torna in libertà dopo 25 anni di carcere Domenico Monti, già luogotenente del boss Capriati

Il noto pregiudicato ha scontato una pena poiché ritenuto il mandante dell'omicidio di Vincenzo Rafaschieri, avvenuto il 17 maggio del 1994 tra la gente in piazza Diaz

Ha scontato la sua pena ed è scarcerato dopo 25 anni Domenico Monti, 59 anni, soprannominato 'Mimm u' biund', tra i capi più influenti della malavita di Bari Vecchia, alleato del boss Antonio Capriati. Monti venne condannato poiché ritenuto il mandante dell'omicidio del pregiudicato Vincenzo Rafaschieri, freddato in piazza Diaz mentre questi arrostiva la carne il 17 maggio del 1994. La notizia della scarcerazione è stata data da La Gazzetta del Mezzogiorno. Un omicidio avvenuto tra i passanti che affolavano la piazza sul lungomare. Monti, inizialmente condannato all'ergastolo, riuscì a ottenere, nel 2000, la commutazione della pena a 30 anni di reclusione. In base anche a un meccanismo di premialità, Monti è stato scarcerato quest'anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna in libertà dopo 25 anni di carcere Domenico Monti, già luogotenente del boss Capriati

BariToday è in caricamento