Cronaca

Scarcerato presunto boss dopo 14 anni, fuochi d'artificio al quartiere Libertà

E' tornato libero Lorenzo Caldarola, ritenuto ai vertici del clan Strisciuglio: era detenuto dal 2001 per associazione mafiosa, traffico di droga, armi ed estorsioni. Gli ultimi anni li ha trascorsi in regime di 41 bis

E' stato scarcerato, ieri, dopo 14 anni di reclusione, Lorenzo Caldarola, il presunto boss del clan Strisciuglio, detenuto dal 2001 per associazione mafiosa, traffico di droga, armi ed estorsioni. Il 42enne aveva trascorso gli ultimi anni in regime di carcere duro. L'ultima condanna, in continuazione con le precedenti a 5 anni di reclusione, venne notificata nel settembre 2009 ed era riferita al duplice tentato omicidio di Giacomo Valentino e della moglie Angela Raggi, oggi collaboratori di giustizia. Caldarola è considerato ai vertici del clan: ieri, nel quartiere Libertà, dopo il suo ritorno a casa, sono state sparate numerose batterie di fuochi d'artificio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarcerato presunto boss dopo 14 anni, fuochi d'artificio al quartiere Libertà

BariToday è in caricamento