Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Bitonto: resti umani in un pozzo, forse un caso di lupara bianca

La macabra scoperta fatta ieri da un contadino in un fondo agricolo a Palombaio. Potrebbe trattarsi di uno dei sei bitontini scomparsi negli ultimi anni, ma per ora gli investigatori non escludono nessuna pista

Immagine di repertorio

Potrebbe ricollegarsi ad uno dei sei casi di lupara bianca registrati a Bitonto negli ultimi dieci anni il ritrovamento di uno scheletro avvenuto ieri nelle campagne di Palombaio.

A fare la macabra scoperta ieri mattina è stato un agricoltore: lo scheletro, con addosso ancora le scarpe di ginnastica e pochi brandelli di vestiti, giaceva sul fondo di una cisterna profonda all'incirca dieci metri, in un casolare abbandonato. Sul luogo del ritrovamento sono intervenuti i militari del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri, i vigili del Fuoco, il pm di turno Fabio Buquicchio e il medico legale Gianfranco Divella. Poche le informazioni ricavate dai primissimi rilievi compiuti sui resti: si tratterebbe di un uomo giovane, il cui decesso risale a diversi anni fa. Ma a fare maggiore chiarezza saranno gli ulteriori accertamenti che verranno eseguiti in questi giorni al Policlinico. Gli investigatori per il momento non escludono alcuna pista, anche se nella cittadina la notizia del ritrovamento ha subito fatto pensare ai numerosi casi di lupara bianca verificatisi a Bitonto negli ultimi anni: sei in tutto, dal 2003 ad oggi, gli uomini scomparsi senza lasciare traccia. Ma a fare maggiore chiarezza sul ritrovamento di ieri potranno essere solo le indagini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitonto: resti umani in un pozzo, forse un caso di lupara bianca

BariToday è in caricamento