rotate-mobile
Cronaca

Scheletro rinvenuto in capannone abbandonato, aperta inchiesta per omicidio volontario

I resti, probabilmente di una donna, sono stati rinvenuti ieri in una struttura in disuso di via Caracciolo. Accanto alle ossa è stato ritrovato un laccio emostatico

E' stato aperto, da parte della Procura di Bari, un fascicolo d'inchiesta per omicidio volontario dopo il ritrovamento di uno scheletro avvenuto ieri all'interno di un capannone abbandonato in via Caracciolo, a Bari. I resti potrebbero appartenere a una donna. Il pm inquirente, Gaetano De Bari, ha anche avviato accertamento sulle condizioni di sicurezza della struttura. Affianco alle ossa è stato rinvenuto un laccio emostatico, circostanza che farebbe pensare a una morte per droga. Non sono escluse, però, anche piste. L'autopsia sullo scheletro, eseguita dal medico legale Francesca Tarantino, sarà eseguita nelle prossime ore nell'ospedale San Paolo e permetterà di chiarire le cause del decesso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scheletro rinvenuto in capannone abbandonato, aperta inchiesta per omicidio volontario

BariToday è in caricamento