rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Poggiofranco

Lavoratori in sciopero all'Oncologico, Cgil: "La Regione sblocchi assunzioni"

Giornata di agitazione proclamata dal sindacato contro "tagli e sprechi". Galliano: "Temiamo voglaino accorpare la struttura al Policlinico. Così si ritornerebbe indietro di 30 anni. Basta con sprechi e dipendenti in numero ridotto"

"Chiediamo risposte alla Regione, ovvero una legge che possa sbloccare le assunzioni, riportando la quantità di personale a livelli necessari per far funzionare la struttura". E' in corso da questa mattina la giornata di sciopero dei dipendenti dell'Oncologico di Bari, organizzata dalla Cgil per protestare contro carenze e disagi dovuti ai tagli degli ultimi anni. In particolare, i lavoratori, auspicano uno stop agli "sprechi" bocciando anche l'ipotesi di "accorpare il plesso al Policlinico". Secondo Vito Galliano, responsabile provinciale Cgil degli Istituti di Ricerca, "se quest'eventualità dovesse verificarsi, i reparti potrebbero essere smembrati, causando grandi disagi all'utenza, riportanto tutto indietro di 30 anni".

Dal 2013, l'Oncologico, a causa delle restrizioni di budget, ha visto ridurre i posti letto da 130 a 85: "La Regione -prosegue Galliano - aveva preso l'impegno di riportarli allo stesso livello entro un anno. Ad oggi, invece, siamo scesi a 80". Secondo i sindacati, si dovrebbe piuttosato intervenire sugli sprechi, per un bilancio che registrerebbe "perdite di 2 milioni di euro mensili, per complessivi 24-25 milioni all'anno". Per Galliano, l'esternalizzazione di appalti riguardanti il Cup-Ticket e le ambulanze, "ha aggravato i costi, senza tenere conto delle risorse interne, in particolare dei dipendenti amministrativi, molti dei quali in esubero. Non ci interessa  - prosegue - fare la guerra a qualcuno. Vogliamo solo risposte dalla Regione. Assistiamo a turni lavorativi massacranti, in particolare degli infermieri, a causa del loro numero limitato. Ne basterebbe anche un 50% in più da aggiungersi agli attuali 150, per poter coprire turni e aprire 3 sale operatorie attualmente chiuse, su sei complessive". A fine mese i lavoratori torneranno in piazza, proprio per sollecitare il governatore Emiliano a intervenire sulla vicenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori in sciopero all'Oncologico, Cgil: "La Regione sblocchi assunzioni"

BariToday è in caricamento