Domenica, 26 Settembre 2021

Mancato rinnovo contrattuale e poca sicurezza, i lavoratori della PA scendono in piazza: "Da febbraio nessuna risposta dal Ministero"

I sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato la protesta in mattinata in piazza Prefettura. E a chi critica il blocco dei pubblici uffici per la manifestazione, rispondono: "Solo un terzo del personale può partecipare, visto che Sanità e Giustizia richiedono una presenza costante"

Hanno sfidato la pioggia e sono scesi in protesta per rivendicare i loro diritti: anche a Bari si è tenuta la manifestazione intersindacale dei dipendenti della pubblica amministrazione, indetta a livello nazionale da Fp Cgil Puglia, Cisl Fp Puglia e Uil Fpl Puglia. I lavoratori delle tre sigle sindacali si sono riuniti in piazza Prefettura con striscioni e bandiere, per chiedere l'attuazione di un intervento di salvaguardia del personale su tre aspetti in particolare: rinnovo contrattuale, migliori presidi di sicurezza e un nuovo contratto con condizioni più dignitose per lavoratori e lavoratrici delle Pa. "Chiediamo al Governo un piano straordinario di assunzioni - ricorda - Giuseppe Vatinno, segretario generale della Uil Fpl Puglia - Abbiamo perso 500mila addetti negli ultimi 5 anni per blocchi del turnover e leggi di bilancio che hanno falcidiato la pubblica amministrazione. Il personale è necessario soprattutto per fornire un servizio al cittadino, ma non gli sono state garantite le giuste misure di sicurezza in questa pandemia. Molti funzionari hanno perso la vita dopo essersi contagiati sul posto di lavoro". Casi all'ordine del giorno, l'ultimo dei quali a Rutigliano, dove gli uffici del Comune sono stati costretti alla chiusura dopo la scoperta della positività di un dipendente.

Si parla di

Video popolari

Mancato rinnovo contrattuale e poca sicurezza, i lavoratori della PA scendono in piazza: "Da febbraio nessuna risposta dal Ministero"

BariToday è in caricamento