menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero Amtab, adesione quasi totale. I lavoratori: "Basta sacrifici"

Giornata di agitazione promossa dai sindacati dell'azienda di trasporto pubblico. Mezzi garantiti solo nelle fasce protette: "Non si può reggere questo gioco. Siamo stanchi" raccontano i dipendenti

"Aspetterò un paio d'ore, pazienza, sperando che parta qualche autobus prima delle 12,30", ovvero la fascia garantita per gli utenti. L'attesa di una donna anziana, seduta su una panchina in piazza Moro tra una selva di mezzi fermi, nel giorno dello sciopero dei mezzi Amtab, sarà stata probabilmente vana. L'adesione alla giornata di agitazione, promossa dai sindacati, tra cui Cgil, Cisl e UIl, dell'azienda di trasporto pubblico, ha coinvolto pressoché la totalità dei dipendenti. Garantiti i mezzi solo fino alle 8,30 e, appunto, dalle 12,30 alle 15,30, con stop alle restanti corse. Obiettivo raggiunto, dunque, per il terzo sciopero da inizio 2016: tra le motivazioni, anche la trattativa azienda-sindacati sul rinnovo del testo unico degli accordi aziendali, in cui spiccano l'abolizione del premio 'evitato sinistri' e la cancellazione dell'indennità di produttività. 

"Al lavoro sono rimasti solo in pochi - dice Pompeo Fino del sindacato Faisa Confai -. La coperta non può essere tirata troppo: i 49 euro al mese tolti come premio 'no sinistri' viene trasformato in buoni pasto che non riguardano la previdenza. Sono trasformazioni non indolori che creano conseguenze. Sono state tolte le 'malattie brevi' e altre situazioni utili per i lavoratori. Non si può più reggere questo gioco. I lavoratori camminano su mezzi rotti e senza assicurazione. Questi sacrifici non sono capiti né premiati". Il sindaco Antonio Decaro ha scambiato due battute con le decine di lavoratori in protesta all'ingresso del Comune, ribadendo l'impossibilità del Comune a intervenire: lunedì mattina, in ogni caso, Decaro incontrerà il presidente dell'Amtab, Lucibello, per fare il punto sulla vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento