Cronaca

Sciopero 15 e 16 dicembre, trasporti pubblici a rischio

Mezzi pubblici a rischio nelle giornate del 15 e 16 dicembre a causa dello sciopero proclamato da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Trasporti, Faisa Cisal

Nuovo sciopero dei trasporti pubblici in vista per il 15 e 16 dicembre. A rischio autobus e treni locali a causa della mobilitazione proclamata dai sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Trasporti, Faisa Cisal.

Giovedì 15 dicembre a fermarsi saranno i lavoratori del trasporto ferroviario e del trasporto pubblico extra urbano su gomma, mentre venerdì 16 dicembre toccherà al trasporto pubblico locale.

Queste le modalità dello sciopero comunicate dalle aziende di trasporto locale:

FERROVIE APPULO LUCANE

- giorno 15 dicembre 2011 - Puglia : Servizio Automobilistico
- giorno 16 dicembre 2011 - Puglia: Servizio Ferroviario ; Basilicata : Servizio Automobilistico e Servizio Ferroviario.
- i servizi essenziali saranno comunque garantiti dalle ore 5,30 alle ore 8,30 e dalle ore 12,30 alle ore 15,30.

 

AMTAB

- giorno 16 dicembre 2011

Personale di esercizio: dalle ore 00,00 alle ore 24:00
Personale uffici ed impianti fissi: intera giornata lavorativa
Prestazioni escluse dall sciopero

- Trasporto urbano nelle fasce orarie 05:30-08:30 e 12:30-15:30
- Trasporto disabili
- Centro Operativo
- Numero Verde
- Conducenti di rimessa

Nelle aree di sosta cittadine, Park & Ride e ex Caserma Rossani non è garantita la presenza degli operatori in tutti i turni.

 

FERROVIE DEL SUD EST

- giorno 15.12.2011 2011: Servizio automobilistico extraurbano

- giorno 16.12.2011: Servizio ferroviario

Fasce orarie di garanzia: dalle ore 5.00 alle ore 8.00 e dalle ore 12.30 alle ore 15.30

Ulteriori informazioni relative al servizio nella giornata di sciopero potranno essere richieste a :

Servizio Ferroviario BARI   080 5462417  

Servizio automobilistico per BARI e provincia     080 5462243     

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero 15 e 16 dicembre, trasporti pubblici a rischio

BariToday è in caricamento