Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Bari Vecchia / Piazza Federico II di Svevia

Sciopero generale a Bari, gli studenti 'occupano' il Castello Svevo

Azione dimostrativa durante il corteo di questa mattina: circa 300 studenti sono entrati nell'edificio tenendo un'assemblea pubblica per discutere di riforma della scuola e Jobs Act

Hanno occupato simbolicamente il Castello svevo di Bari, organizzando un'assemblea pubblica per ripercorrere e spiegare le ragioni della loro protesta. Circa 300 studenti baresi hanno partecipato questa mattina all'azione dimostrativa organizzata nell'ambito dell'adesione allo sciopero generale indetto contro il governo Renzi.

Un gesto, quello dell'occupazione del Castello, fatto anche per evidenziare la necessità di 'riappropriarsi' e aprire a tutti i luoghi della cultura, mentre molti altri studenti hanno sfilato per le strade della città, prendendo anche parte al comizio finale in piazza Libertà.

"Il Jobs Act, la Buona Scuola e la legge Sblocca Italia - spiegano i ragazzi dell'Uds in una nota - non segnano alcun cambiamento di verso, ma ripropongono le stesse politiche che ci hanno portato nella situazione di crisi in cui viviamo. Per questo noi studenti continuiamo a mobilitarci affermando che questi provvedimenti non vengano propagandati in nostro nome: non migliorano il futuro dei giovani, ma lo destabilizzano e lo precarizzano. Quindi rispondiamo proponendo il rifinanziamento della scuola pubblica, luogo fondamentale per la costruzione di un modello alternativo attraverso i saperi; all'ideologia strumentale della meritocrazia e alla competizione opponiamo la realizzazione sostanziale del diritto allo studio; denunciamo i contenuti del Jobs Act che ci condannano ad un mondo del lavoro precario, con meno diritti, nessun sistema di welfare adeguato e ad una competizione sociale ed economica al ribasso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale a Bari, gli studenti 'occupano' il Castello Svevo

BariToday è in caricamento