Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Bari Vecchia / Vico Prefettura

La protesta dei tassisti 'invade' piazza Prefettura: "No alla concorrenza sleale"

Decine di auto bianche parcheggiate di fronte al Palazzo del Governo nella giornata indetta da Fast Confsal: "Circa il 90% di adesioni. Il Governo ci ascolti"

"Riteniamo che il servizio tramite società che sviluppano app sia una concorrenza sleale nei nostri confronti. Chiediamo al Governo di eliminare da ogni testo riferimenti a questo tipo di servizio": piazza Prefettura, questa mattina, si è riempita di decine di taxi bianchi, nella giornata di mobilitazione nazionale indetta dal coordinamento Fast Mobilità. Il sindacato ha stimato, per il capoluogo pugliese, un'adesione del "90%" per uno sciopero cominciato alle 8, in programma fino alle 22. garantiti i trasporti essenziali per anziani, portatori di handicap e malati, oltre ai servizi sociali. I tasisti, in particolare, chiedono interventi per "impedire - si legge in una nota di Confsal Puglia e Basilicata - pratiche di servizio abusivo del servizio taxi e noleggio con conducente, o comunque non rispondente ai principi ordinamentali che regolano la materia". 

"Grazie alla concorrenza delle app - spiega Vincenzo Cataneo, segretario regionale Puglia e Basilicata Fast Confsal - abbiamo perso circa il 30% degli affari. Riteniamo che ciò possa essere un'interferenza esterna, a nostro avviso non regolamentata a dovere. E' un problema in più poiché facciamo già fronte a costi di gestione elevati e problemi di sicurezza, come aggressioni ai nostri operatori o disguidi infrastrutturali per il servizio, a cominciare dalla mancanza di corsie preferenziali per i taxi nelle città". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta dei tassisti 'invade' piazza Prefettura: "No alla concorrenza sleale"

BariToday è in caricamento