Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Sciopero dei Tir, rimossi i blocchi ma restano i disagi

Da ieri pomeriggio gli autotrasportatori hanno abbandonato i presidi sulla tangenziale e la situazione del traffico è tornata alla normalità. Ma restano i disagi legati alla carenza di benzina, mentre schizzano i prezzi di frutta e verdura

Gli scaffali vuoti ieri nei supermercati © TM News Infophoto

I presidi di protesta che occupavano due corsie della tangenziale sono stati rimossi ieri pomeriggio. Lentamente gli autotrasportatori hanno abbandonato i blocchi, liberando la carreggiata e permettendo alla situazione del traffico di tornare alla normalità. Fondamentale l'intervento della polizia stradale, che da ieri mattina aveva cercato una mediazione chiedendo a ciascun autotrasportatore se fosse veramente intenzionato a portare avanti la protesta, e scortando fuori dal blocco chi via via decideva di abbandonare il presidio.

L'ALLARME BENZINA - Ma se la situazione della viabilità sembra essere tornata alla normalità, in città i disagi provocati dallo sciopero continuano. Ieri sera la Prefettura ha ordinato che alcune autocisterne scortate dalla polizia rifornissero sei stazioni di servizio - di cui tre in città, nei quartieri Stanic e Japigia - il cui carburante però è destinato esclusivamente ai mezzi di soccorsi. Per le altre stazioni di servizio, invece, si dovrà aspettare che la distribuzione dei carburanti riprenda a pieno regime.

I RINCARI DI FRUTTA E VERDURA - Altrettanto problematica la situazione in mercati e supermercati. Se a partire da oggi gli scaffali dei supermercati dovrebbero tornare a riempirsi, restano però i rincari ingiustificati che hanno riguardato soprattutto le merci fresche, ortaggi in testa, la cui distribuzione ha più risentito dello sciopero degli autotrasportatori. Rincari che pesano sulla spesa dei consumatori, ma che i venditori al dettagli attribuiscono ai grossisti, dai quali - dicono - sarebbe partita la speculazione.

L'INIZIATIVA DELLA COLDIRETTI - Per ostacolare la speculazione e favorire lo smaltimento dei prodotti freschi rimasti in magazzino a causa dello sciopero, la Coldiretti ha lanciato un'iniziativa di distribuzione omaggio di ortaggi e verdure ai cittadini. Cominciata ieri sera, la distribuzione proseguirà anche oggi in due punti della città: davanti alla chiesa di San Ferdinando nel murattiano e a Madonnella, davanti alla chiesa di San Giuseppe.            

 

                                                 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei Tir, rimossi i blocchi ma restano i disagi

BariToday è in caricamento