Cronaca Carrassi

Sciopero 'Fermiamo l'Italia', continua il presidio sulla tangenziale: "Protesta a oltranza"

La mobilitazione prosegue anche questa mattina, con il presidio dei manifestanti nel tratto tra le uscite Poggiofranco e Carrassi

Gli striscioni al presidio sulla tangenziale - Foto sotto: la situazione in tangenziale alle 10.30

Secondo giorno di protesta di movimenti e associazioni aderenti alla mobilitazione "Fermiamo l'Italia", che vede la partecipazione di autotrasportatori, commercianti, agricoltori, artigiani e piccoli imprenditori. Dopo aver trascorso tutta la giornata al presidio sulla tangenziale, i manifestanti si apprestano a continuare la mobilitazione anche durante la notte.

MOLFETTA: NEGOZI E AZIENDE COSTRETTI A CHIUDERE

Da metà mattinata si è unito al presidio anche un gruppo di studenti, che hanno raggiunto la stazione di servizio Eni dove è allestito il gazebo dei manifestanti passando attraverso le campagne. E' invece in continua evoluzione la situazione relativa alla presenza dei mezzi pesanti. A partire da questa mattina, diversi automezzi hanno occupato le due delle tre corsie nel tratto compreso tra gli svincoli di Poggiofranco e Carrassi (uscite 11 e 12), prima in direzione sud, poi anche in direzione nord. Nel corso della mattinata le corsie sono state liberate, per poi tornare ad essere occupate dai camion. La presenza "a singhiozzo" dei tir sta comunque provocando disagi al traffico con code e rallentamenti.  Blocco tir tangenziale 10 dicembre-2

LA SITUAZIONE IN PROVINCIA: PRESIDIO EX STATALE 98 A CORATO

LA PROTESTA VA AVANTI - Come spiegato ieri ai microfoni di BariToday, i manifestanti protestano contro la crisi e le tasse che soffocano la classe media, chiedendo le dimissioni del governo, in ragione della sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato incostituzionale il Porcellum.

La mobilitazione proseguirà anche nei prossimi giorni: i movimenti hanno ottenuto, dopo un incontro in Prefettura, il sì al gazebo in piazza della Libertà fino al 13 dicembre, per sensibilizzare e diffondere fra i cittadini le ragioni della protesta.

LE RAGIONI DELLA PROTESTA: INTERVISTA AD UNO DEI LEADER DEL COORDINAMENTO 9 DICEMBRE

LA SITUAZIONE IERI MATTINA

IL CORTEO 'FERMIAMO L'ITALIA' IN CENTRO

*Ultimo aggiornamento ore 13.00

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero 'Fermiamo l'Italia', continua il presidio sulla tangenziale: "Protesta a oltranza"

BariToday è in caricamento