Cronaca

Sciopero 9 dicembre, tangenziale bloccata. Il prefetto vieta i presidi dei tir

Il presidio tra le uscite Poggiofranco e Carrassi in entrambe le direzioni. Decine i camion fermi, le auto procedono a passo d'uomo su una sola corsia. Il prefetto Tafaro emana un provvedimento che vieta gli assembramenti dei mezzi pesanti da oggi fino a venerdì

Il presidio dei Tir questa mattina sulla tangenziale di Bari

Tir fermi in coda per circa un chilometro sulla tangenziale di Bari per la manifestazione "Fermiamo l'Italia", organizzata in Puglia dal movimento dei "Forconi" e da altre associazioni e comitati cittadini.

La mobilitazione ha avuto inizio ieri, e al momento sono decine i camion fermi su due delle tre corsie della tangenziale, nel tratto compreso tra le uscite Carrassi e Poggiofranco, in entrambe le direzioni. Nessun blocco totale alla circolazione stradale, ma la protesta sta provocando code e forti rallentamenti, con le auto costrette a transitare a passo d'uomo su una sola corsia.

La mobilitazione - alla quale aderiscono non soltanto gli autotrasportatori ma anche artigiani, commercianti, piccoli imprenditori - prevede anche una manifestazione in centro questa mattina, con un corteo in corso Vittorio Emanuele.

"Protestiamo contro questo governo eletto illegittimamente, che sta ci sta soffocando con le tasse, che ha azzerato la classe media - spiegano a Baritoday i promotori della mobilitazione -  Noi chiediamo le dimissioni di questo governo. E' la nostra ultima occasione, o vanno a casa loro o saranno i lavoratori costretti ad andare a casa, licenziati dalle aziende sempre più schiacciate dalla crisi".

Intanto in mattinata è arrivato il provvedimento del Prefetto Mario Tafaro che prevede il divieto di assembramento degli automezzi lungo tutta la rete stradale ed autostradale della provincia, dal 9 al 13 dicembre. Il provvedimento, si legge nella nota della Prefettura "si è reso necessario a seguito dell’annunciato fermo nazionale dei servizi di autotrasporto merci preannunciato dalle organizzazioni nazionali Comitati Riuniti Agricoli e Movimento Forza d’Urto – Popolo dei Forconi".

A partire dalle 10, le forze dell'ordine presenti sul posto (agenti della Polizia stradale e della Questura, Digos e carabinieri) hanno fatto defluire i veicoli non interessati all’iniziativa di protesta.

*Ultimo aggiornamento ore 11.00

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero 9 dicembre, tangenziale bloccata. Il prefetto vieta i presidi dei tir

BariToday è in caricamento