rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Gravina in Puglia

Diciotto anni fa la scomparsa di Ciccio e Tore, il ricordo della famiglia: "Fratellini coraggiosi, uno eroe per l'altro"

Le parole di Rosa Carlucci e Filomena Pappalardi, madre e sorella dei due bambini scomparsi il 5 giugno 2006 a Gravina (e poi trovati morti nel febbraio 2008), affidate a una lettera. A marzo hanno chiesto la riapertura delle indagini

Sono passati 18 anni dalla scomparsa di Francesco e Salvatore Pappalardi. Era il 5 giugno 2006 quando dei due fratellini di Gravina si persero le tracce. Ciccio e Tore vennero poi ritrovati morti il 25 febbraio 2008m nella cisterna di uno stabile abbandonato nel centro di Gravina, conosciuto come 'La casa delle cento stanze". 

A ricordare i due bambini, in occasione del doloroso anniversario, sono in una lettera la madre, Rosa Carlucci, e la sorella, Filomena Pappalardi. "Vi ricorderemo come due fratellini uniti, coraggiosi, che con la sola forza dell'amore hanno provato ad aiutarsi l'uno con l'altro, senza pensarci due volte, senza paura, con la sola voglia di farcela. Dimostrandoci come un fratellino possa essere un eroe per l'altro", si legge nelle prime righe della lettera, riportata dall'Ansa. "Due angeli - prosegue la missiva - che illumineranno il nostro cammino, sarete sempre presenti e vivi nei nostri ricordi. Siete i nostri angeli, ciao Ciccio e Tore".

A marzo scorso le due donne, assistite dall'avvocato Giovanni Ladisi e dal consulente Rocco Silletti, hanno chiesto la riapertura delle indagini sulla scomparsa dei due fratellini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciotto anni fa la scomparsa di Ciccio e Tore, il ricordo della famiglia: "Fratellini coraggiosi, uno eroe per l'altro"

BariToday è in caricamento