Cronaca

Disordini dopo la gara Frosinone-Bari: denunciati 53 tifosi biancorossi

Dopo il Daspo di gruppo, scattano le denunce per i supporter coinvolti negli incidenti avvenuti sull'A1 lo scorso 13 settembre. Diverse le ipotesi di reato: dal blocco stradale a lesioni personali, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale

Scattano le denunce per i 53 tifosi biancorossi coinvolti nei disordini dello scorso 13 settembre sull'A1, dopo la partita disputata dal Bari a Frosinone. Diverse le ipotesi di reato, emerse al termine dell'attività investigativa condotta dagli agenti della Digos della Questura di Frosinone: blocco stradale, lancio o utilizzo di materiale pericoloso, possesso di artifizi pirici, lesioni personali gravi a Pubblico Ufficiale, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento e minaccia aggravata.

A carico dei supporter biancorossi era già stato emesso, per la prima volta in Italia, il provvedimento Daspo di gruppo, il divieto di assistere alle manifestazioni sportive.

Per cinque dei cinquantatre tifosi denunciati la Digos ha individuato ulteriori speifiche responsabilità. Due dovranno rispondere di lesioni personali in concorso nei confronti di un'automobilista di Frosinone, un terzo soggetto è accusato invece di istigazione a delinquere, in quanto avrebbe assunto la guida dei tifosi nei disordini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disordini dopo la gara Frosinone-Bari: denunciati 53 tifosi biancorossi

BariToday è in caricamento