Violenti scontri tra tifosi di Bari e Lecce in autostrada: perquisizioni della Digos, al setaccio anche sedi dei club ultras biancorossi

Le indagini sui tafferugli avvenuti lo scorso 23 febbraio sull'A16 all'altezza di Cerignola: nel corso dei disordini, un mezzo dei supporter salentini fu dato alle fiamme e altre veicoli gravemente danneggiati

Decine di perquisizioni locali e personali sono state eseguite questa mattina dalla Digos di Bari, Lecce, Foggia e Pordenone, nell'ambito dei violenti scontri tra tifosi del Bari e del Lecce verificatisi lo scorso 23 febbraio lungo l'autostrada A16, nei pressi di Cerignola.

In particolare, la polizia fin dalle prime ore del mattino, ha effettuato complessivamente  39 perquisizioni, 25 delle quali nei confronti di esponenti della tifoseria organizzata barese e 14 nei confronti di ultras leccesi. Perquisite anche le sedi dei più importanti club degli ultras del Bari. 

VIDEO | LE PERQUISIZIONI NEI CLUB BIANCOROSSI

Lo scorso 23 febbraio gruppi di tifosi di Bari e Lecce, rispettivamente diretti a Castellamare di Stabia-NA per l’incontro di calcio con la Cavese, e a Roma per l’incontro di calcio con la Squadra di calcio della Roma, vennero in contatto sull'A16. In particolare, la carovana dei mezzi dei sostenitori giallorossi sarebbe stata bloccata sulla A16 all’altezza di Cerignola: nel corso della rissa, un mezzo di tifosi leccesi fu dato alle fiamme, altri gravemente danneggiati e fu interrotta la circolazione sull’autostrada per diverse ore.

I servizi predisposti dalla DIGOS di Bari nell’immediatezza dei fatti avevano pure consentito di identificare, all’uscita dei due caselli autostradali baresi ed in altre zone del capoluogo, decine di tifosi baresi e leccesi (alcuni dei quali perquisiti oggi), e rinvenire strumenti e oggetti atti a offendere, verosimilmente utilizzati nella rissa, per il possesso dei quali sono già stati segnalati quattro soggetti alla locale Procura della Repubblica. Le perquisizioni hanno consentito di sequestrare materiale utile alle indagini.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento