Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Querelle Comune - As Bari, Emiliano: "Forse è il momento di una nuova squadra"

Il sindaco dopo la lettera inviata ieri al club: "Pronto a dare il mio sostegno per la nascita di un nuovo club. Con i soldi della ristrutturazione del San Nicola potremmo costruire altri quindici asili"

Il Comune non è più disposto a pagare per il San Nicola. Se nella proposta di accordo inviata ieri al club il sindaco lo aveva già messo in chiaro, lo ha ribadito oggi. E davanti all'ipotesi che il club decida di non giocare più a Bari, il primo cittadino non sembra mostrare preoccupazione. Anzi rilancia: "Potrebbe essere giunto il momento di fondare un'altra squadra e io offrirò tutto il supporto necessario affinché nasca questa nuova società partendo da zero''.

L'occasione per lanciare la sua proposta è l'inaugurazione del nuovo asilo comunale avvenuta questa mattina a San Pasquale. ''Il Comune - ha rimarcato Emiliano - non è più disposto a pagare per far giocare a pallone ventidue ragazzi in pantaloncini. Siamo più propensi a spendere soldi dei cittadini per infrastrutture ed edifici pubblici come questo''.  ''Questa struttura meravigliosa - ha detto riferendosi all'asilo - è costata un milione di euro e con i soldi necessari alla ristrutturazione del San Nicola ne potremmo costruire altri quindici. La proprietà dell’As Bari non può continuare a pretendere il sostegno economico di una città intera per gestire lo stadio, visto che lo hanno voluto loro e non i baresi''.

Sulla vicenda della gestione dello stadio è poi intervenuto l'assessore allo Sport del Comune di Bari Elio Sannicandro: ''Il nostro documento non contiene alcun ultimatum. Indica invece al club - ha chiarito l'assessore riferendosi alla lettera di ieri - una ipotesi attraverso una concessione pluriennale che valorizzi l'impianto''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Querelle Comune - As Bari, Emiliano: "Forse è il momento di una nuova squadra"

BariToday è in caricamento