menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole fatiscenti e autobus sovraffollati, gli studenti: "Non possiamo più aspettare"

Confronto, ieri, a Palazzo di Città, tra ragazzi, Comune, Città Metropolitana e Amtab. Lavermicocca (portavoce Uds):"Superare le criticità esistenti, dal Majorana ai trasporti"

"Siamo delusi dall'esito di questo incontro e durante il prossimo chiederemo la risoluzione immediata di tutte le problematiche. Non possiamo più aspettare, in particolare sul fronte dell'edilizia scolastica e dei trasporti". L'Unione degli Studenti di Bari non è soddisfatta dopo il tavolo di confronto svoltosi ieri mattina a Palazzo di Città con l'assessore comunale all'Istruzione, Paola Romano, il consigliere delegato ai temi dell'edilizia scolastica per la Città Metropolitana, Vito Lacoppola, e il dg di Amtab, Nunzio Lozito. Il confronto è servito a fare il punto della situazione dopo un primo incontro avvenuto a gennaio, all'indomani dell'emergenza freddo. Stavolta i problemi affrontati riguardano in particolare edilizia e bus. La Città Metropolitana ha ribadito l'avvio dei cantieri in numerosi istituti baresi, cominciati già alcune settimane fa con i lavori allo 'Scacchi'.

Per gli studenti, però, non basta: "Abbiamo consegnato all'Amministrazione, durante questo lungo incontro di circa 5 ore, la piattaforma della nostra campagna cittadina per il diritto allo studio ("Mo avast!") - spiega Davide Lavermicocca, coordinatore Uds Bari - all'interno della quale erano inserite le problematiche relative all'edilizia scolastica e alla rete di trasporto pubblico urbano. Crediamo fortemente nella rilevanza che questa forma di interlocuzione può avere nel superamento delle criticità esistenti nel sistema di accesso alla cultura e all'Istruzione cittadino, se è presente, da parte dell'Amministrazione, la volontà di trasformare questo tavolo in uno spazio di progettazione collettiva"

"Nel corso dell'incontro, gli esponenti dell'Amministrazione - prosegue - ci hanno elencato una serie di azioni migliorative che partiranno nel medio-breve periodo all'interno delle nostre scuole. Non ci bastano, però, questo tipo di interventi che non migliorano significativamente le condizioni di migliaia di studenti e studentesse. Alla nostra richiesta di uno stanziamento di fondi per innalzare la soglia di accesso al comodato d'uso gratuito per i libri di testo, risolvere le situazioni critiche relative all'edilizia scolastica e migliorare la rete di trasporto pubblico urbano, non c'è stata la volontà da parte dell'Amministrazione di aprire una discussione proficua in questa direzione". Tra le situazioni più urgenti da affrontare ci sono quelle del 'Majorana' di Palese e dei trasporti verso il Polivalente: "Qualche settimana fa - prosegue Lavermicocca - abbiamo manifestato nella scuola a causa delle condizioni fatiscenti della struttura. Sul fronte bus, invece, i problemi restano sempre quelli: mezzi sovraffollati e poche corse. Bisogna trovare una soluzione al più presto". Il prossimo 'round' tra studenti e istituzioni è fissato per il 6 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento