menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Promozione della salute nelle scuole": presentato progetto della Regione

Illustrato, in conferenza stampa, il catalogo delle iniziative: coinvolti 630 istituti, 3300 classi, 3mila insegnanti e 75mila studenti da tutta la Puglia. I dati tracciano un quadro preoccupante: troppi ragazzi pugliesi sono sedentari e sovrappeso

“La scuola per noi, per la giunta regionale guidata da Michele Emiliano, è al centro di ogni nostra azione amministrativa, sia da punto di vista sociale che economico, è il riferimento più importante. Nelle scuole ci sono i bambini e i ragazzi che rappresentano il nostro futuro. Ecco perché pensiamo che la promozione della salute si debba e si possa coltivare proprio nelle scuole, luogo strategico fondamentale. Sono ancora però troppo poche le scuole che hanno aderito a questi progetti". L'assessore al Lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo, ha presentato, questa mattina, il catalogo 2015-2016 per la quarta edizione del 'Piano strategico per la promozione della Salute nelle Scuole', iniziativa di sostegno alla prevenzione e alla promozione dei corretti stili di vita nelle scuola primaria e nelle scuole secondarie. Il progetto vedrà coinvolti 630 istituti, 3300 classi, 3mila insegnanti e 75mila studenti da tutta la Puglia: “Noi vogliamo giocare in attacco e non in difesa - ha aggiunto il direttore del Dipartimento Promozione della salute Giovanni Gorgoni, intervenuto in conferenza stampa - ecco perché i numeri che oggi presentiamo vogliamo considerarli come un punto di partenza oltre il quale, e non come un punto di arrivo al di sotto del quale. Mi auguro dunque che quest’anno sempre più istituti scolastici possano aderire ai progetti presentati nel catalogo (complessivamente 18) perché questi rappresentano sicuramente un metodo efficace per trasmettere ai bambini e ai ragazzi, anche in maniera divertente e interattiva, informazioni preziose per essere gli adulti in buona salute di domani”.

Il direttore del Dipartimento è poi entrato nel merito delle problematiche e dei dati relativi alla salute dei bambini e dei ragazzi che sono alla base della stesura del Paino strategico. Dati che sostanzialmente rinvengono da tre iniziative di campionamento, a valenza nazionale, su tre fasce di età.“Fumo, abuso di alcol, cattiva alimentazione e inattività fisica sono i nostri principali nemici, sono la causa del 75 per cento delle morti da patologie croniche - ha spiegato Gorgoni - e la scuola é un luogo privilegiato per sconfiggerli. Molti passi in avanti sono stati compiuti, ma c'é ancora molto da fare: i bambini e i ragazzi pugliesi sono in sovrappeso e sedentari, passano troppe ore davanti alla TV e non mangiano in maniera corretta. Sono ancora troppo poche le scuole che offrono una mensa scolastica (6 su 10) mentre solo 3 scuole su 10 distribuiscono ai bambini frutta, latte o yogurt. Nell'89 per cento dei casi però é stato avviato un progetto di promozione di sana alimentazione. Su questi temi la nostra attenzione, quella degli operatori scolastici e quella dei genitori deve essere costante: a vivere bene e con uno stile di vita corretto si impara da bambini”. Tra le novità del nuovo PIano strategico la possibilità, per gli Istituti, di candidarsi per l'ottenimento della certificazione di 'Scuole che Promuovono la salute'. Tra gli argomenti, negli appuntamenti, spiccano nutrizione e attività motoria, contrasto alle dipendenze, sicurezza in casa, in strada e a lavoro, salute e ambiente, benessere mentale, corpo in salute, affettività, sessualità e Mst.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento