menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole in Puglia, la Regione prepara una nuova ordinanza: sarà in vigore da lunedì 9

Ieri il confronto giudicato "insoddisfacente" dai sindacati. Intanto una comunicazione a firma di Emiliano trasmessa a presidi e Ufficio scolastico regionale preannuncia un nuovo provvedimento, ma si invitano le scuole ad "attenersi al modello organizzativo in essere"

Una nuova ordinanza è in arrivo per le scuole in Puglia.  In una nota a firma del presidente della Regione, Michele Emiliano, inviata all'Ufficio scolastico Regionale e ai dirigenti scolastici, si preannuncia un nuovo provvedimento che dovrebbe entrare in vigore lunedì prossimo.

"Nelle more dell'adozione di specifica ordinanza in via di pubblicazione che entrerà in vigore lunedì 9 novembre - si legge nella comunicazione - le scuole dovranno attenersi al modello organizzativo in essere anche al fine di non disorientare l'utenza". L'invito dunque, è quello ad applicare l'ordinanza in vigore dallo scorso 30 ottobre, che sospende la didattica in presenza per tutte le scuole di ogni ordine e grado, ad eccezione delle scuole dell'infanzia, dei laboratori e delle lezioni per gli alunni con bisogni educativi speciali (in questo caso anche nell'ambito di gruppi di alunni in numero non superiore al 25% della classe).

L'incontro con i sindacati e le proteste per la riapertura delle scuole

Negli ultimi giorni, intanto, si sono moltiplicati gli appelli da parte dei sindacati, ma anche di presidi e genitori, affinché la Puglia si adegui a quanto previsto dall'ultimo Dpcm, che, classificando la Puglia come 'zona arancione', prevede la didattica in presenza per scuole dell'infanzia, elementari e medie. Non è noto, al momento, se la Regione intenda o meno accogliere alcune istanze (nei giorni scorsi, prima ancora del nuovo Dpcm,  l'assessore alla Sanità, Pierluigi Lopalco, aveva parlato di una possibile riapertura almeno per le scuole primarie): bisognerà attendere l'ordinanza. Nel pomeriggio di ieri si è tenuto un tavolo di confronto convocato dall'Ufficio Scolastico Regionale con Regione e sindacati per fare chiarezza sull'attuale situazione delle scuole in Puglia. I sindacati hanno ribadito la richiesta "di consentire l’applicazione del Dpcm del 4 novembre anche nella nostra regione" e permettere alle scuole di operare "per corrispondere alle richieste pressanti delle famiglie e ai bisogni educativi della popolazione studentesca”. "Giudichiamo estremamente insoddisfacente l'approccio all'incontro da parte degli assessori regionali Leo e Lopalco - si legge in una nota della Uil Scuola Puglia -  Molto significativo invece l'intervento dell'ufficio scolastico regionale. Dopo 2 ore di dibattito finalmente gli assessori hanno preso atto dell' indifferibilità di un atto da parte della regione che Miri a chiarire quali sono le disposizioni normative che le scuole dovranno seguire a partire da domani. Attendiamo ad horas l'emanazione di un atto formale di chiarimento fermo restando la necessità di entrare nel merito delle questioni che abbiamo posto poiché evidenziate nelle singole istituzioni scolastiche nel corso di questi giorni di vigenza delle ordinanze regionali emanate antecedentemente al dpcm del 3 novembre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento