Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca Murat / Corso Cavour

Scuole, la mobilitazione non si ferma: nuove occupazioni, "Pronti allo sciopero del 12 dicembre"

In città si aggiungono Scacchi, Fermi e Giulio Cesare. In alcune scuole l'occupazione è proseguita anche durante questi due giorni di festa. Prossima tappa la manifestazione di piazza in programma venerdì

Salgono a venti, tra occupazioni e autogestioni, gli istituti coinvolti nella protesta contro 'La Buona scuola', il piano di riforma del governo Renzi.

Questa mattina, annuncia una nota  dell'Uds, "gli studenti di Scacchi, Fermi, Bianchi Dottula, Giulio Cesare, Amaldi di Bitetto e De Viti De Marco di Valenzano hanno occupato le loro scuole". "Intanto, resistono il Marco Polo, il Romanazzi, il Calamandrei e il Santarella che sono rimasti occupati anche durante questi due giorni di festa mentre oggi hanno rioccupato l'Elena di Savoia e il Caracciolo".

"Ogni scuola occupata - scrivono gli studenti - è un presidio di resistenza, non ci fermiamo, continueremo a riprenderci i nostri spazi fino alla vittoria".

La prossima tappa della protesta è lo sciopero in programma venerdì prossimo, 12 dicembre. "Attraverseremo la piazza dello sciopero generale avendo costruito un percorso condiviso davvero con migliaia di studenti nelle scuole occupate e autogestite. Abbiamo occupato le scuole, abbiamo liberato saperi, creatività, conoscenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, la mobilitazione non si ferma: nuove occupazioni, "Pronti allo sciopero del 12 dicembre"

BariToday è in caricamento