menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Regione dice sì alla riapertura delle scuole da lunedì: "Didattica online per superiori e chi ne fa richiesta"

Rientrano in classe Elementari e Medie. Resta, dunque, la dad obbligatoria per le secondarie e viene confermata quella in presenza per le scuole dell'Infanzia

E' arrivata in serata l'ordinanza del presidente della Regione, Michele Emiliano, con la quale la Puglia si allinea al nuovo Dpcm anticovid e riapre alla didattica in presenza le scuole medie ed elementari, da lunedì 7 novembre sino al 3 dicembre.

La decisione arriva dopo una giornata convulsa in cui vi erano state due sentenze Tar sulla questione: la prima, del Tribunale Amministrativo Regionale, accogliendo un ricorso del Codacons Lecce e di alcuni genitori, sbloccava l'apertura. Poche ore dopo, una sentenza della sezione di Lecce dava ragione al governo pugliese. 

In ogni caso, Emiliano ha optato per la riapertura di Elementari e Medie, come prevedono le regole della zona arancione di contenimento. Resta, dunque, la didattica a distanza obbligatoria per le superiori e viene confermata quella in presenza per le scuole dell'Infanzia.

Nell'ordinanza si legge, inoltre, che "al fine di consentire anche in Puglia la tutela della salute pubblica attraverso la didattica digitale integrata nel primo ciclo di istruzione, per ridurre il rischio di diffusione epidemica, le istituzioni scolastiche del medesimo primo ciclo di istruzione devono garantire il collegamento online in modalità sincrona per tutti gli alunni le cui famiglie richiedano espressamente per i propri figli di adottare la didattica digitale integrata, anche in forma mista, e anche per periodi di tempo limitati coincidenti con eventuali quarantene o isolamenti fiduciari, in luogo dell’attività in presenza".

"Ove questo collegamento - prosegue il documento - non possa essere garantito immediatamente, ogni singolo istituto, nell’ambito della propria autonomia organizzativa, deve ricercare ogni altra modalità utile a consentire comunque l’attivazione della didattica digitale integrata, anche in forma mista, e anche per periodi di tempo limitati coincidenti con eventuali quarantene o isolamenti fiduciari, agli studenti le cui famiglie ne facciano richiesta"

La Regione inoltre rimarca: "Tenendo presente che agli studenti che hanno chiesto la didattica digitale integrata, non può essere imposta la didattica in presenza e che pertanto l’eventuale assenza deve sempre considerarsi giustificata".

Infine "le Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado devono comunicare, ogni lunedì della settimana, all’Ufficio Scolastico Regionale e al Dipartimento della Salute ( scuola.salute@regione.puglia.it ) il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi o in quarantena, nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell’attività didattica adottati a causa dell’emergenza covid".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento