Cronaca

Scuole senza riscaldamento, la rabbia degli studenti: "Solo promesse, qui si gela ancora"

La bacheca Facebook del sindaco anche stamattina invasa dai messaggi dei ragazzi che lamentano il mancato funzionamento degli impianti, nonostante quanto assicurato ieri dalla Provincia

Le scuole sono aperte da un'ora e poco più, ma alle nove la bacheca Facebook del sindaco Michele Emiliano è già invasa dai messaggi degli studenti: "Qui si gela ancora", "Qui tutto spento", "Sembra di essere al polo nord", "Siamo costretti a portarci le borse dell'acqua calda", "Non possiamo lavorare in queste condizioni". A scrivere sono i ragazzi del Marconi, del Bianchi Dottula, dello Scacchi, del Vivante, del Flacco: a testimoniare, insomma, che nonostante le rassicurazioni fornite ancora una volta ieri dalla Provincia, oggi la situazione dei riscaldamenti non è tornata alla normalità in tutte le scuole baresi. Almeno per il momento. Bisognerà vedere infatti se nel corso della giornata gli impianti prenderanno a funzionare, come è accaduto ieri in alcuni istituti, dove i riscaldamenti sono stati accesi in tarda mattinata (anche se, in alcuni casi, solo per qualche ora).

Un disagio, quello vissuto in queste settimane dagli studenti, che si è anche trasformato in uno scontro tra Comune e Provincia, con il sindaco Emiliano che incalza Schittulli per avere "comunicazioni ufficiali" circa il funzionamento dei riscaldamenti nelle scuole e poter eventualmente disporre un'ordinanza di chiusura degli istituti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole senza riscaldamento, la rabbia degli studenti: "Solo promesse, qui si gela ancora"

BariToday è in caricamento