rotate-mobile
Cronaca Ruvo di Puglia

Selfie con le bare aperte nel cimitero di Ruvo: la denuncia arriva in Procura

L'esposto presentato nei giorni scorsi riguarderebbe alcune guardie giurate. Gli episodi si sarebbero verificati tra agosto 2015 e gennaio dello scorso anno: gli scatti sarebbero stati poi diffusi via Whatsapp

Selfie e scatti fotografici tra guardie giurate accanto alle bare ancora aperte in una sala del cimitero di Ruvo di Puglia, in provincia di Bari: un episodio documentato da foto, finito sulla scrivania della Procura di Trani a seguito di una denuncia presentata nei giorni scorsi. Gli agenti, in base a quanto affermato nell'esposto, sarebbero entrati clandestinamente e di notte nell'obitorio, per poi scattare le foto, le quali risalirebbero a un periodo compreso tra agosto del 2015 e gennaio del 2016. Nella denuncia, inoltre, viene affermato che le immagini venivano condivise e commentate con ilarità in un gruppo whatsapp del quale avrebbero fatto parte anche alcuni vigilantes.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selfie con le bare aperte nel cimitero di Ruvo: la denuncia arriva in Procura

BariToday è in caricamento