Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Presunte tangenti per condizionare sentenze: l'ex gip Nardi resta in carcere

La vicenda contestata riguardebbe il periodo 2014-2018: per gli inquirenti vi sarebbe stato un sistema per pilotare indagini e processi nel Tribunale di Trani con l'obiettivo di favorire alcuni imprenditori dietro il pagamento di tangenti

E' stata rigettata dai giudici del Tribunale di Lecce la richiesta di scarcerazione per Michele Nardi, avanzata dai difensori dell’ex gip di Trani arrestato lo scorso 14 gennaio insieme al collega Antonio Savasta e al sovrintendente di polizia Vincenzo De Chiaro, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari e falso.

La vicenda contestata riguardebbe il periodo 2014-2018: per gli inquirenti vi sarebbe stato un sistema per pilotare indagini e processi nel Tribunale di Trani con l'obiettivo di favorire alcuni imprenditori dietro il pagamento di tangenti. I due magistrati, al momento dell'arresto, erano in servizio al Tribunale di Roma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunte tangenti per condizionare sentenze: l'ex gip Nardi resta in carcere

BariToday è in caricamento