Cronaca

Sentenze tributarie pilotate: si allarga l'inchiesta "Gibbanza"

Altri dieci professionisti baresi sarebbero coinvolti nell'inchiesta sul presunto sistema illecito nella gestione della giustizia tributaria che il 3 novembre scorso portò all'arresto di 17 persone

Si allarga l'inchiesta sulle presunte sentenze tributarie pilotate che il 3 novembre scorso aveva portato all'arresto a Bari di 17 persone tra giudici tributari, avvocati commercialisti, e imprenditori. Gli interrogatori del principale indagato, un giudice tributario ritenuto il vertice del sistema illecito, avrebbero infatti consentito di estendere le indagini ad almeno altre dieci persone, tra cui un altro magistrato, tre cancellieri della commissione tributaria provinciale, un funzionario dell'Agenzia delle Entrate e di alcuni commercialisti.

L’indagine, denominata "Gibbanza", avrebbe svelato l'esistenza di un presunto sistema illecito dietro la gestione della giustizia tributaria. In sostanza, l'attività di più "comitati d'affare" composti da giudici tributari, commercialisti, funzionari pubblici, avrebbe garantito sentenze tributarie  favorevoli nei confronti di alcuni imprenditori accusati di evasione, in cambio di soldi e regali.


I reati ipotizzati nel fascicolo gestito dal pm Isabella Ginefra sono, a vario titolo, corruzione continuata in atti giudiziari, falsità materiale e ideologica, frode processuale continuata in concorso,, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, responsabilità amministrativa degli enti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenze tributarie pilotate: si allarga l'inchiesta "Gibbanza"

BariToday è in caricamento