Cronaca

Oltre 40mila giocattoli cinesi non sicuri scoperti nel porto di Bari: scatta la denuncia

I giochi erano privi dei requisiti minimi di sicurezza e con false marcature Ce sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza in collaborazione con l'Agenzia delle Dogane

Oltre 40mila giocattoli privi dei requisiti minimi di sicurezza e con false marcature Ce sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza in collaborazione con l'Agenzia delle Dogane nel corso di alcuni controlli nel porto di Bari: nel mirino era finito un container sbarcato da una motonave proveniente dalla Grecia. Il carico di giocattoli, di provenienza cinese, era formalmente diretto in Spagna ma di fatto destinato al mercato nazionale, con documentazione risultata falsa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciato l'impoeratore della merce, un cittadino cinese residente in Italia, accusato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, nonché per violazione della normativa comunitaria in materia di sicurezza dei prodotti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 40mila giocattoli cinesi non sicuri scoperti nel porto di Bari: scatta la denuncia

BariToday è in caricamento