Pesca 'proibita' a San Giorgio: sequestrati 60 kg di oloturie, multa salata per un sub

Controlli della Guardia Costiera sul litorale sud di Bari. Il pescato è stato sequestrato e rigettato in mare: gli esemplari, forse destinati al mercato asiatico, erano ancora vivi

La Guardia Costiera di Bari ha sequestrato più di 60 kg di oloturie, specie protetta la cui pesca è vietata, assieme alla detenzione e allo sbarco. I militari hanno monitorato nella notte sul litorale sud, in zona San Giorgio l'attività di pesca subacquea di un sub, in azione con bombole e in un orario non consentito. Sulla barca aveva stipato un ingente quantitativo di oloturie, comunemente chiamate 'cetrioli di mare' probabilmente destinate all'estero. La specie marina, infatti, è  enormemente richiesta nei mercati asiatici. Il tutto è stato sequestrato e rigettato in mare: gli esemplari, infatti, erano ancora vivi. Requisita anche l'attrezzatura utilizzata dal trasgressore, per il quale è scattata una multa da 2 mila euro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

Torna su
BariToday è in caricamento