Cronaca

Dal 'falso baccalà', ai salumi e formaggi conservati male: sequestrati 200 kg di prodotti alle 'Sagre del cardoncello'

Controlli dei Carabinieri Forestali da Gravina a Ruvo, fino a Cassano, Spinazzola e Minervino: denunciate tre persone. Elevate sanzioni per oltre diecimila euro

Oltre 200 kg di prodotti alimentari senza tracciabilità e, in alcuni casi, esposti o conservati in condizioni che non garantivano adeguate protezioni igieniche e sanitarie, sono stati sequestrati dai Carabinieri Forestali di Altamura, nel corso delle 'Sagre del Fungo Cardoncello' organizzate in diversi comuni murgiani, da Ruvo a Gravina fino a Spinazzola, Minervino e Cassano. Le ispezioni hanno consentito di accertare che alcuni espositori vendevano alimento, principalmente salumi, formaggi e dolci privi di qualsivoglia etichetta e quindi in assenza di tracciabilità sulla loro origine.

Denunciate tre persone

In un caso, un venditore spacciava per 'baccalà' un meno pregiato filetto di molva, traendo così in inganno i consumatori. I controlli hanno permesso di accertare anche diverse cassette di melagrane dichiarati biologici ma privi della certificazione rilasciata dagli organismi di controllo. Rinvenuti anche preparati di pistacchio commercializzati abusivamente con il nome di 'Bronte Dop'. Complessivamente, tre persone sono state denunciate per frode nell'esercizio del commercio. Elevate sanzioni per circa 10mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 'falso baccalà', ai salumi e formaggi conservati male: sequestrati 200 kg di prodotti alle 'Sagre del cardoncello'

BariToday è in caricamento