Cronaca

Molfetta: la guardia costiera sequestra 400 chili di molluschi in cattivo stato

Una maxi operazione effettuata ha portato ad un sequestro ingente di prodotti ittici in cattivo stato o non autorizzati alla vendita. Denunciato il proprietario di un'azienda ittica

Sono circa 400 i chilogrammi di mitili sequestrati per cattivo stato di conservazione e che erano evidentemente destinati a ristoranti, ad esercenti senza scrupoli e/o ad ignari consumatori dalla maxi operazione della Capitaneria di Porto di Molfetta. Il proprietario di una nota azienda locale del settore ittico è stata denunciata, mentre il prodotto ittico sequestato è stato rigettato in mare.

Per tranquillizzare il consumatore ed orientarlo ad un acquisto sicuro, si ricorda che i molluschi bivalvi devono recare inequivocabilmente l'indicazione della loro provenienza e dello stabilimento di depurazione. Particolare di assoluta rilevanza per il consumatore è inoltre la modalità di esposizione al banco e cioè a temperature tra 0 e 4 gradi e mai in acqua, poiché, in tal caso, se un solo individuo dovesse essere malato lo sarebbero in breve tempo anche gli altri. Infine il prodotto deve essere tassativamente accompagnato da certificazione inerente lo stabilimento di depurazione e deve comunque essere ancora vivo, cioè con le valve chiuse, non aperte o semi chiuse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molfetta: la guardia costiera sequestra 400 chili di molluschi in cattivo stato

BariToday è in caricamento