menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Specchio d'acqua "occupato abusivamente" da circolo nautico a Mola: sequestrata area di 800 mq

Controlli eseguiti dalla Guardia Costiera: l'occupazione sarebbe stata effettuata utilizzando catenarie, corpi morti e cime e aveva consentito al circolo di garantire l’ormeggio ad imbarcazioni da diporto con dimensioni eccedenti

I militari della Guardia Costiera di Bari del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale hanno eseguito, a Mola, un sequestro su 800 mq di specchio d'acqua "abusivamente occupati" da un circolo nautico, in eccedenza a quella già utilizzata in concessione. L'occupazione abusiva sarebbe stata effettuata utilizzando catenarie, corpi morti e cime e aveva consentito al circolo di garantire l’ormeggio ad imbarcazioni da diporto con dimensioni eccedenti rispetto agli spazi resi disponibili dalla concessione demaniale. Questa circostanza, spiega la Guardia Costiera, "ha reso ancor più necessario l’esecuzione della misura cautelare, a tutela degli aspetti connessi alla sicurezza della navigazione in porto, in quanto il maggior ingombro delle barche abusive arrecava un evidente pregiudizio alle manovre di ingresso e di uscita di pescherecci e altre unità da diporto ormeggiati negli specchi acquei limitrofi all’area in concessione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento