rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Aziende denunciano abbandono di rifiuti, polizia locale smaschera ditta in zona industriale: accertata attività abusiva

Dall'esame dei rifiuti e dalle tracce rinvenute, gli operatori sono riusciti e recuperare indizi validi ed utili per risalire al luogo iniziale di raccolta e smistamento dei rifiuti, poi illecitamente abbandonati

La Polizia Locale di Bari ha sequestrato un'area scoperta di oltre 2500 mq nella zona industriale per gestione illecita di rifiuti e denunciato il titolare dell'azienda con sede legale nel Brindisino.

Le indagini del Nucleo di polizia giudiziaria ambientale erano partite qualche settimana fa a seguito di alcune denunce ed esposti di altre aziende che lamentavano l'abbandono indiscriminato - ad opera di ignoti di rifiuti e carcasse di RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) - su aree di loro proprietà.

Dall'esame dei rifiuti e dalle tracce rinvenute, gli operatori sono riusciti e recuperare indizi validi ed utili per risalire al luogo iniziale di raccolta e smistamento dei rifiuti, poi illecitamente abbandonati, accertando che nell'area aziendale di una ditta autorizzata ad effettuare il solo deposito preliminare (con solo raggruppamento e trasporto degli stessi, ex DM n.65/2010) di RAEE della categoria 3bis di cui all'Albo Gestori Ambientali al quale la ditta era comunque regolarmente iscritta, si effettuava invece l'attività abusiva di smontaggio e recupero di materiali rivenienti da RAEE in disuso, oltre al deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi. 

"L'operazione attesta l'alta attenzione che la Polizia Locale mantiene sul territorio per la salvaguardia dell'Ambiente e della salubrità dei luoghi. Grazie all'acume investigativo si è riusciti ad identificare ed individuare uno di quei sistemi di "falsa raccolta e gestione regolare di rifiuti", da cui poi possono invece derivare i fenomeni di degrado ed inquinamento ambientale del nostro territorio, eludendo o aggirando le prescrizioni normative dettate dal Testo Unico Ambientale. I controlli proseguiranno anche su tutto l'agro comunale non urbanizzato, con l'impiego di tutte le strumentazioni tecnologiche di cui è dotata la Polizia Locale, compreso l'uso dei droni per il rilevamento aereo nelle zone ove sono utilizzabili i dispositivi APR. Dal Comando della P.L. di Bari, 3 marzo 2020"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aziende denunciano abbandono di rifiuti, polizia locale smaschera ditta in zona industriale: accertata attività abusiva

BariToday è in caricamento