"Omessa bonifica", scattano i sigilli a Japigia: sequestrate aree per 17mila mq

Il provvedimento del Gip del Tribunale, eseguito dai Carabinieri del Noe e dalla Guardia Costiera, riguarda una zona accanto all'ex Inpdap. Cinque persone indagate

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico, assieme ai militari della Guardia Costiera sella Sezione di Polizia Giudiziaria, hanno sequestrato terreni tra via Oberdan e via Caldarola, nel quartiere Japigia di Bari, vicini al palazzo ex Inpdap e alle officine ferroviarie. Alcune di queste aree erano state già sottoposte al vincolo di sequestro probatorio nei mesi scorsi. Cinque persone risultano al momento indagate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini, eseguite tramite sondaggi e analisi chimiche, avrebbero verificato la "sussistenza di una situazione di contaminazione ambientale" riguardante una presunta "omessa bonifica per il superamento della CSC nelle acque di falda seguente alla mancata bonifica integrale del sito già interessati in parte da opere di recupero ambientale". Il provvedimento è stato emesso dal Gip Giovanni Anglana su richiesta della Procura. Le aree interessate dal sequestro che comprendono una vicina aun cantiere edilizio e un'altra vicina a capannoni ferroviari, si estendono per 17mila mq.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attraverso una nota, Ferrovie Sud Est, precisa che in relazione alla notizia del sequestro preventivo "le particelle catastali poste sotto sequestro sono esterne all’area ferroviaria. Le aree di competenza di FSE saranno bonificate. L’iter per la bonifica del sito è stato avviato ed è in fase avanzata. Conclusa a novembre 2018 la Conferenza di Servizi con l’approvazione dell’analisi di rischio sito, Ferrovie del Sud Est ha avviato la redazione del progetto di bonifica che sarà completato entro maggio 2019, nel rispetto dei termini di legge".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

  • Traffico di droga, spaccio e auto rubate: blitz dei carabinieri nel Barese, sei arresti

Torna su
BariToday è in caricamento