menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Armi detenute illegalmente, controlli dei carabinieri: 9 arresti e dieci denunce

Il bilancio dei controlli effettuati dall'inizio dell'anno a Bari e in provincia: sequestrati fucili, ordigni artigianali e pistole

Nove arresti e dieci denunce in stato di libertà, e numerose armi sequestrate: è il bilancio dei controlli contro la detenzione illegale di armi effettuati dall'inizio dell'anno dai carabinieri del comando provinciale di Bari.

I dati si riferiscono ad operazioni e sequestri effettuati in abitazioni, veicoli, esercizi pubblici o nel corso di perquisizioni a soggetti sottoposti a misure restrittive. Alle attività, in più occasioni, hanno anche partecipato unità cinofile specializzate per la ricerca di armi ed esplosivi.

In particolare, i militari hanno sequestrato 6 pistole semiautomatiche, 3 revolver, 9 fucili, 14 ordigni artigianali, 700 grammi di esplosivo, 1 balestra e circa 1000 cartucce di vario calibro.

L’attività è stata estesa anche alla verifica della corretta detenzione e custodia delle armi legalmente detenute all’interno delle abitazioni da parte dei cittadini. Al riguardo a seguito di controlli sistematici e periodici a tutti i detentori di armi sul territorio, da inizio anno 7 sono state le persone deferite in stato di libertà per detenzione abusiva di armi e munizioni non dichiarate e detenute senza autorizzazione o per omessa denuncia a seguito di trasferimento dell’arma in un altro luogo di detenzione, 4 fucili, 2 pistole e 105 cartucce sottoposte a sequestro.

L’obiettivo delle verifiche è stato quello di procedere all’accertamento della corretta modalità di detenzione e custodia delle armi da sparo da parte dei cittadini che hanno denunciato il possesso di armi, al fine di scongiurare che le stesse possano essere facilmente accessibili da parte di persone che non ne abbiano titolo e in particolare per evitare che possano essere facilmente utilizzate come gioco da parte di ignari bambini. Il tutto, quindi, per scongiurare incidenti con esiti drammatici per l’incauto maneggio.

L’invito del Comandante Provinciale dei Carabinieri, rivolto a tutti i detentori di armi, pertanto, è quello di custodirle in luoghi sicuri ed evitare che le stesse possano essere facilmente utilizzate da chi non ne abbia titolo o asportate nel corso di eventuali furti in abitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento