Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Murat / Via Alessandro Maria Calefati, 147

Bar, conti correnti e appartamenti: sequestro di beni per l'ex contrabbandiere di sigarette

La misura è stata eseguita dai carabinieri di Bari, che hanno certificato come il patrimonio del 50enne sia il risultato del reinvestimento dei capitali ottenuti illecitamente

Attività commerciali, conti correnti e appartamenti: tutti beni di proprietà del 50enne barese Bernardo Di Mario, finiti sotto sequestro preventivo. I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno così messo i sigilli ai beni - del valore di circa tre milioni di euro - nelle disponibilità del pregiudicato, già sorvegliato speciale e condannato in via definitiva per associazione finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

"Dichiarava un reddito di duemila euro all'anno"

Dalle indagini svolte dai militari si è scoperto come il patrimonio di Di Mario e dei suoi congiunti fosse "il risultato di un continuo reinvestimento di capitali di illecita provenienza". Cifre elevate, sebbene negli ultimi 30 anni - stando a quanto emerso dalle indagini - il 50enne avesse dichiarato al fisco un reddito medio annuo di circa 2mila euro. Il Tribunale - Sezione Misure di Prevenzione di Bari ha perciò disposto il sequestro della 'Caffetteria del Marchese' - bar in via Calefati -, di 10 conti correnti in cinque diversi istituti di credito, e di due appartamenti, di cui uno con annesso box, a Bari.

"La complessa attività investigativa . spiegano i militari in una nota - ha richiesto l’analisi e la ricostruzione dei flussi di denaro e delle attività economico-finanziarie generate dal Di Mario e dell’intero suo nucleo familiare per un trentennio, precisamente dal 1990 al 2017, al termine della quale è stata acclarata, in modo inconfutabile, l’illecita genesi del patrimonio del proposto e dei suoi congiunti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar, conti correnti e appartamenti: sequestro di beni per l'ex contrabbandiere di sigarette

BariToday è in caricamento