Cronaca

Blitz nella notte, confiscati beni per 8 milioni a imprenditore delle slot machine

I Carabinieri hanno requisito attività e conti riconducibili a Matteo Fornelli, 70enne, già arrestato nel 2003: per gli inquirenti sarebbero frutto di attività illecite

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari stanno effettuando, dalle prime ore dell'alba, un blitz con la confisca di beni per un valore di circa 8 milioni di euro direttamente e indirettamente conducibili a Matteo Fornelli, pregiudicato barese 70enne. L'ordinanza è stata disposta dal Tribunale di Bari su richiesta della Procura. I militari hanno così confiscato un fabbricato nella zona industriale, 12 automezzi, due aziende (una a Bari e l'altra a Lanciano) impegnate nella produzione e commercializzazione di slot machine, un'attività di ristorazione, una società immobiliare, una ditta che gestisce servizi di portierato e sei disponibilità finanziarie.

VIDEO: IL BLITZ DEI CARABINIERI

I Carabinieri ritengono che il patrimonio sequestrato all'imprenditore, già sorvegliato speciale, sia stato realizzato attraverso l'impiego di attività illecite. Fornelli, nel 2003, era stato condannato per associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni: assieme ad esponenti criminali, aveva imposto, con la violenza, la fornitura di slot machine e videopoker a diversi commercianti. Quindi avrebbe costituito altre società, tutte intestate formalmente a 'prestanomi' e familiari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz nella notte, confiscati beni per 8 milioni a imprenditore delle slot machine

BariToday è in caricamento