Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Dipinti falsi di Caffè e altri artisti contemporanei spacciati per veri: 23 persone rinviate a giudizio

Le indagini vennero avviate nel marzo 2013 e culminarono con il sequestro di 21 opere attribuite al maestro, nel corso di Expo Arte, alla Fiera del Levante di Bari

Ventitré persone sono state rinviate a giudizio nell'ambito dell'inchiesta dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bari su una presunta associazione a delinquere per la ricettazione e la confraffazione di falsi dipinti attribuiti a Nino Caffè e ad altri maestri dell'arte contemporanea come Mario Schifano e Franz Borghese. 

Le indagini vennero avviate nel marzo 2013 e culminarono con il sequestro alla Fiera del Levante di 21 opere attribuite a Caffè, durante Expo Arte. Complessivamente vennero requisite 481 opere false, di cui 200 in Puglia, Basilicata, Marche e Abruzzo, per un giro d'affari di circa 1.5 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipinti falsi di Caffè e altri artisti contemporanei spacciati per veri: 23 persone rinviate a giudizio

BariToday è in caricamento