Nascondeva in casa droga e oggetti rubati, arrestata una 21enne a Ruvo. E' caccia al compagno 35enne

I carabinieri hanno effettuato una perquisizione nell'abitazione, indagando su alcuni furti a commercianti del posto. Sequestrato altro materiale a casa di un congiunto del convivente

Capi di abbigliamento, oggetti d’arredo, strumenti per lavori edili, ventilatori, derrate alimentari, prodotti ittici, materiali di cancelleria, articoli per la scuola ed una statua ritraente la Madonna di Lourdes, nascosti in una stanza della sua abitazione. A scoprire il materiale, che si presume sia stato rubato, sono stati i carabinieri della Stazione di Ruvo, giunti all'abitazione di una 21enne del posto, indagando su alcuni furti a commercianti.

Il controllo

Alla vista dei militari, la donna si è mostrata subito in difficoltà; atteggiamento che li ha insospettiti e convinti a effettuare una perquisizione approfondita. Sono così stati trovati anche 21 grammi di cocaina, 5 grammi di eroina, un minimo quantitativo di marijuana e materiale per il confezionamento degli stupefacenti. Perquisizione poi estesa anche all'abitazione di un congiunto del 35enne convivente della donna. Qui vengono trovati altri prodotti ittici della stessa natura di quelli già recuperati, numerose bottiglie di fertilizzanti, parti di motociclette marca Ducati e ben 24 pezzi di vasellame ed anfore antiche occultate all’interno di un pozzo. Su questi ultimi reperti sono in corso gli accertamenti da parte dei militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bari intervenuto sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna è stata arrestata e condotta nel carcere femminile di Trani. Le accuse sono di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti e di ricettazione. Il compagno, al momento irreperibile, e il 62enne incensurato che nascondeva in casa gli altri oggetti sequestrati sono stati invece deferiti in stato di libertà, il primo per i medesimi reati della donna, mentre il secondo per ricettazione e possesso illegale di beni archeologici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Violento scontro tra moto e suv: grave centauro, trasportato in codice rosso al Policlinico

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

Torna su
BariToday è in caricamento