Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Falso formaggio pecorino 'Dop', sequestrate due tonnellate

I controlli del Corpo forestale dello Stato in un'azienda di prodotti alimentare a Ruvo: il formaggio era accompagnato da sigilli ed etichette falsificati che ne attestavano il marchio Dop

Era pronto ad essere immesso sul mercato come formaggio pecorino romano 'DOP'. In realtà, il formaggio proveniva da una ditta di Milano sottoposta alla procedura fallimentare, ed era accompagnato da etichette contraffatte e false fatture.

E' quanto hanno scoperto gli uomini del Corpo forestale dello Stato nel corso di un'attività di controllo per la sicurezza e tutela dei prodotti agroalimentari effettuata in un'azienda di Ruvo per la vendita all'ingrosso e al dettaglio di prodotti alimentari e altri prodotti di consumo.

Durante la verifica, i Forestali hanno accertato che il formaggio - circa due tonnellate -  era accompagnato da etichette e sigilli falsi, contenenti informazioni errate e contraddittorie. Da successivi accertamenti si è quindi appurato che la merce, acquistata da un'azienda di Trani,  proveniva in realtà da una ditta di Milano sottoposta alla procedura fallimentare, ed era accompagnata da fatture false.

Denunciati alla Procura della Repubblica di Trani i tre rappresentanti legali dell'azienda in cui è stato effetuato il sequestro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falso formaggio pecorino 'Dop', sequestrate due tonnellate

BariToday è in caricamento