Cronaca

Contrabbando di farmaci dall'Est Europa, maxi sequestro al porto

Sequestrate dalla Guardia di Finanza oltre 300 confezioni di farmaci prodotti in paesi dell'est europeo e privi delle necessarie autorizzazioni del Ministero della Salute e destinati al mercato clandestino. Denunciato un cittadino georgiano

Pillole e fiale, ansiolitici e antifiammatori prodotti nei Paesi dell'Est e destinati al mercato clandestino. Circa 365 confezioni, per un totale di oltre 30mila prodotti sequestrati dalla Guardia di Finanza nel porto di Bari.

I medicinali, recanti indicazioni terapeutiche scritte in lingue straniere e sprovvisti delle necessarie autorizzazioni del Ministero della Salute, erano all'interno di un furgone appena sbarcato da una motonave "Superfast" proveniente dalla Grecia. Un cittadino georgiano, conducente del mezzo, è stato denunciato a piede libero con le accuse di contrabbando doganale e introduzione illegale di farmaci nel territorio dello stato. Secondo gli investigatori i medicinali sarebbero stati destinati agli stessi immigrati dei Paesi dell'est europeo residenti in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrabbando di farmaci dall'Est Europa, maxi sequestro al porto

BariToday è in caricamento