Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Monopoli / Via Marina del Mondo

Piscina e villa in costruzione in un'area vincolata vicino al mare: scatta il sequestro nel Monopolitano

La Guardia Costiera ha posto i sigilli nell'area di circa 5500 mq in Località Pantano. Denunciati a piede libero tutti i soggetti coinvolti

Volevano realizzare una serie di opere abusive, tra cui una piscina, in un'area a 30 metri dal confine demaniale marittimo. Gli agenti della Guardia Costiera li hanno scoperti mentre stavano scavando la roccia e gettando il cemento del solaio nel seminterrato che sarebbe stato adibito a piscina, in una zona naturalmente sottoposta a vincolo paesaggistico. Sono così scattati i sigilli a un'area di circa 5500 mq in Località Pantano, nel litorale costiero a nord di Monopoli, dove gli appartenenti del Nucleo operativo di Polizia ambientale della Direzione marittina di Bari stavano effettuando dei controlli.

Non solo la piscina: con l'ausilio di un tecnico comunale, infatti, è stato accertato che gli interventi edili comprendevano la realizzazione di un'area destinata a giardino e di una villa retrostante con vista mare. Ampliamenti della proprietà risultati in difformità con la normativa vigente. La Guardia Costiera ha così eseguito il sequestro probatorio dell'area e delle opere annesse - "sussistendo il concreto pericolo che il prosieguo delle attività e la libera disponibilità dell’area potessero aggravare o protrarre le conseguenze del reato" spiegano in una nota - denunciando al contempo a piede libero tutti i soggetti coinvolti, tra cui il proprietario, il direttore dei lavori e l’impresa esecutrice delle opere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piscina e villa in costruzione in un'area vincolata vicino al mare: scatta il sequestro nel Monopolitano

BariToday è in caricamento