Cronaca

Centinaia di mascherine Ffp2 non a norma: scatta sequestro nel Barese

L'operazione dei finanzieri in un'attività commerciale a Monopoli. Dai controlli nel negozio sono risultati impiegati anche due lavoratori in nero, risultati irregolari sul territorio nazionale

Quasi settecento mascherine Ffp2 non conformi alle norme vigenti in materia sono state sequestrate dai carabinieri di Monopoli in un esercizio commerciale del luogo. I dispositivi di protezione individuale sequestrati - 670 in tutto - recavano infatti una marcatura CE non conforme in quanto apposta indebitamente, senza che tali dispositivi avessero ottenuto una certificazione di conformità da parte degli organismi competenti. Tra i prodotti sequestrati anche termometri e saturimetri sprovvisti delle indicazioni minime in lingua italiana previste dal Codice del Consumo al fine di garantire l’informazione sulle caratteristiche della merce acquistata.

L’attività di controllo, che ha riguardato anche la verifica della regolarità della posizione lavorativa dei soggetti impiegati nell’esercizio commerciale, ha permesso di accertare la presenza di due lavoratori di nazionalità cinese, intenti alla vendita al momento dell’accesso, risultati irregolari nel territorio italiano. Entrambi sono stati deferiti alla competente Procura della Repubblica, a seguito di fotosegnalazione ed accompagnamento presso la Questura di Bari. Per il datore di lavoro nonché titolare dell’esercizio commerciale è scattata, invece, la denuncia, oltre che per il reato di frode in commercio per la vendita di prodotti con caratteristiche non conformi alle normative, anche per aver favorito la permanenza in Italia dei due clandestini ed averli impiegati come lavoratori in nero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di mascherine Ffp2 non a norma: scatta sequestro nel Barese

BariToday è in caricamento