Pellet di legno dalla Bulgaria 'spacciato' per italiano: maxi sequestro al porto

Requisite oltre 24 tonnellate di materiale: sui sacchetti, oltre alla bandiera tricolore, anche la dicitura di una fittizia provenienza calabrese della merce

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Avevano la dicitura 'prodotto italiano' con tanto di bandiera tricolore ma provenivano dalla Bulgaria i 1600 sacchetti da 15 kg per complessive 24 tonnellate di pellet di legno sequestrati nel porto di Bari durante controlli della Guardia di Finanza e dei funzionari dell'Agenzia delle Dogane. La merce era contenuta in un veicolo giunto nello scalo barese: le buste riportavano anche una dicitura che qualificava il pellet come “lavorazione artigianale di legno vergine e incontaminato ricavato da lavorazioni boschive sui monti delle serre calabresi”. Il legale rappresentante della ditta importatrice della merce, originaria proprio della Calabria, è stato denunciato per vendita di prodotti industriali con segni mendaci. In corso ulteriori indagini per capire le eventuali relazioni tra la ditta importatrice e la ditta produttrice bulgara per risalire alla filiera produttiva del pellet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento