Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Blitz nell'officina di una concessionaria d'auto: scoperto pozzo abusivo per oli esausti nella zona industriale di Monopoli

Blitz della guardia costiera nella zona industriale di Monopoli. L’autore del reato è stato immediatamente deferito alla locale autorità giudiziaria per la violazione delle vigenti norme ambientali.

 

Nella giornata di oggi il personale della guardia costiera del nucleo operativo di polizia ambientale della direzione marittima di Bari, a seguito di una mirata attività di indagine nell’ambito dell’attività finalizzata al contrasto di reati e illeciti ambientali, ha posto sotto sequestro nella zona industriale di Monopoli un pozzo abusivo contenente oli esausti, utilizzato dall’officina di una concessionaria d’auto.

Il sequestro si è reso necessario per porre fine al rischioso stoccaggio illecito di rifiuti speciali pericolosi. In particolare, il personale del nucleo ha accertato la presenza di un lavandino all’interno dell’officina collegato mediante una tubazione ad un pozzo interrato esterno.

L’ispezione del pozzo, ben occultato e identificabile esclusivamente mediante il tappo di chiusura di un foro d’ispezione, ha permesso di accertare la presenza di un’ingente quantità di oli esausti, seppur la documentazione in possesso del titolare della società dimostrasse il recentissimo smaltimento di tali liquidi inquinanti.

L’autore del reato è stato immediatamente deferito alla locale autorità giudiziaria per la violazione delle vigenti norme ambientali.

L’attività di vigilanza e controllo sul territorio a tutela dell’ambiente da parte della Guardia Costiera proseguirà incessantemente nei prossimi giorni.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento