Sequestrato un 'tugurio' a Torre a Mare: "Occupato da tre persone abusivamente". Sanzionato il proprietario

L'uomo non aveva comunicato alla polizia di aver dato ospitalità ai tre migranti. All'interno della struttura mancavano i bagni e non erano rispettate le normali condizioni igieniche

Avevano occupato irregolarmente un immobile a Torre a Mare, sgomberato e sequestrato nella mattinata del 14 novembre dagli agenti di polizia di Stato e della Locale, del Nucleo di polizia edilizia e della Sisp Asl di Bari.

Ordinanza anti tuguri al Libertà: "Ripristinate le condizioni igienico sanitarie"

Dal controllo effettuato si è scoperto che l'immobile in via Leopardi era stato adibito a uso abitativo per i tre migranti, senza alcun contatto di locazione da parte del proprietario. La struttura era manchevole di tutti i requisiti igienico-sanitari, con mancanza di bagni anche al piano superiore. Dopo lo sgombero della polizia locale è stato anche sequestrato, così da evitare il proseguio del reato.

Ulteriori accertamenti effettuati in Questura non hanno fatto emergere irregolarità nei confronti dei tre migranti. Il proprietario, invece, è stato sanzionato per la mancata comunicazione scritta entro le 48 ore alla Polizia di dare alloggio a soggetti stranieri non comunitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento