menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Voucher e tariffe fisse per il 'taxi a chiamata': Comune e associazioni dei disabili a confronto sul nuovo servizio

La sperimentazione di recente avviata, finita al centro di alcune proteste, è stata tra gli argomenti affrontati oggi al tavolo tecnico cittadino convocato dall'assessorato al Welfare: accolte alcune istanze presentate dalle associazioni per 'ricalibrare' la misura

Una convenzione con i tassisti per assicurare tariffe fisse agli utenti del servizio e voucher cartacei da assegnare ai fruitori, commisurando il contributo già determinato in base al reddito Isee e alla frequenza storica, ad eventuali tariffe prestabilite. Sono le due principali novità in merito al nuovo servizio di 'taxi a chiamata' per i disabili, emerse questa mattina al tavolo tecnico cittadino sulla disabilità, istituito ad ottobre scorso con un avviso pubblico dall'assessorato al Welfare. 

Dopo l'avvio della sperimentazione (che prevede un contributo in denaro al posto dei vecchi tagliandi cartacei pari a un numero di corse prestabilito), che ha provocato anche alcune proteste, assessorato al Welfare e associazioni dei disabili hanno fatto il punto della situazione, con il Comune che si è impegnato ad accogliere alcune istanze presentate dagli utenti per 'ricalibrare' la misura. 

Oltre alla possibilità di introdurre dei voucher da consegnare ai fruitori, e alla convenzione per assicurare agli utenti tariffe prestabilite (per la quale è stato quindi coinvolto l'assessorato allo Sviluppo economico), è prevista anche l'attivazione di uno sportello dedicato che raccolga i bisogni degli utenti del servizio, come spiega a BariToday l'assessore al Welfare Francesca Bottalico: "Attiveremo uno sportello dedicato per le persone che hanno fatto richiesta del servizio, che sono in graduatoria ma che non ne hanno ancora usufruito fino ad ora. Questa - aggiunge ancora l'assessore - era una misura sperimentale costruita con le stesse associazioni al precedente tavolo cittadino, e ora ne stiamo definendo i vari aspetti. Ad esempio, ora c'è la disponibilità dei tassisti a darci i voucher, che avevamo già chiesto in precedenze, perciò ci attiveremo in questo senso".

Tra gli elementi emersi nel corso dell'incontro, la richiesta di attivazione di un tavolo con l'assessorato ai Lavori pubblici e la ripartizione Ivop "per intraprendere - spiega Bottalico - un percorso di programmazione di azioni per la mobilità sostenibile in città".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento